Tu sei qui

Un Ordine aperto

Aprendosi al dibattito e al confronto con enti, istituzioni e associazioni di cui si condivide l’obiettivo di migliorare e implementare l’offerta culturale sul nostro territorio, l’Ordine ha attivato numerose relazioni con vari interlocutori. Di questi fanno parte il Circolo Trentino di Architettura Contemporanea - CITRAC con il quale si condividono eventi e si organizza il premio “Costruire il Trentino” attraverso cui si vuole valorizzare l’architettura di qualità realizzata in Trentino evidenziando il valore della filiera committenza-progettista-esecutore che la rendono possibile;

Un Ordine Aperto

il Tavolo dei giovani Professionisti della Provincia Autonoma di Trento - GIPRO che con l’iniziativa relativa al tema della progettazione delle scuole ha voluto sottolineare l’importanza dell’interdisciplinarità nella ridefinizione di programmi funzionali innovativi; l’Istituto Nazionale di Urbanistica - INU sia nazionale, con cui è attivo un progetto pilota per la revisione degli standard urbanistici che provinciale che ha coordinato il convegno per i cinquant’anni del PUP; l’Associazione Architetti Arco Alpino AAA che l’anno scorso ha realizzato la prima Rassegna di progetti realizzati nell’ambito territoriale di sua pertinenza ospitata anche a Madonna di Campiglio.
Significative le collaborazioni con gli Ordini: l’Ordine degli Architetti di Bolzano, con cui la collaborazione si è ulteriormente rafforzata sia con l’organizzazione dei due Congressi regionali che con l’elaborazione del contributo portato al Congresso nazionale di luglio 2018 relativo alla partecipazione nel progetto dello spazio pubblico; gli Ordini e i Collegi professionali della Provincia di Trento.
Feconde anche le interazioni con la Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio - STEP con cui si sta lavorando per raggiungere protocolli condivisi circa la qualità dell’architettura e con la Soprintendenza per i Beni Culturali della Provincia Autonoma di Trento.
Da segnalare anche il rapporto con il sistema museale trentino, in particolare con il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto - MART, nelle sue articolazioni dell’Archivio del’900 con sede a Rovereto e della Galleria Civica di Trento, il Museo delle Scienze di Treno - MUSE, la Fondazione del Museo Storico del Trentino, il Museo Alto-Garda - MAG.
Importante anche la collaborazione con l’Università di Trento, e in particolare con il Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica (dove è attivo il corso di laurea in ingegneria edile/ architettura), presso il quale è stata istituita una Cattedra d’eccellenza dedicata al maestro dell’architettura razionalista Adalberto Libera, assegnata annualmente a un progettista di fama internazionale, giunta quest’anno alla quinta edizione.