Tu sei qui

L’attività del Consiglio dell’Ordine

Ogni Ordine provinciale è retto da un Consiglio, composto da un numero variabile di membri in ragione del numero degli iscritti all’Albo. Il nostro Consiglio è composto da 11 membri, essendo gli iscritti più di mille e meno di millecinquecento, e si riunisce di norma ogni quindici giorni, salvo riunioni più frequenti dettate dal maggiore carico di lavoro.

Consiglio dell’Ordine

Durante le riunioni, che durano in media dalle tre alle quattro ore, sono affrontati vari temi, dai più strettamente istituzionali (iscrizioni e cancellazioni in Albo, questioni di bilancio, quesiti da iscritti etc.) a quelli meno specifici, che nel corso dei decenni hanno peraltro acquisito sempre maggiore importanza nell’ambito delle funzioni di un ente che, a volerle ricondurre a quelle disciplinate dalla legge istitutiva del 1923, si ridurrebbero a ben poco se confrontate con le odierne tematiche che interessano la categoria (offerta culturale, coinvolgimento nella produzione normativa locale, esigenza di tutela degli iscritti a livello “sindacale”).

Dal 2013 il legislatore ha inteso affidare agli Ordini Professionali anche la sorveglianza e la cura della formazione professionale continua, che costituisce la nuova e importante missione dell’ente. Come già evidenziato, dalla presente consigliatura le funzioni amministrative del Consiglio dell’Ordine sono separate da quelle deontologiche, ora affidate ad un apposito Consiglio di Disciplina.