Tu sei qui

Commissione Urbanistica e Paesaggio

L’attività della commissione urbanistica e paesaggio si è concentrata principalmente su due filoni d’indagine: il primo è costituito dall’attività di supporto critico al processo di revisione del Piano regolatore generale che dovrebbe interessare, nei prossimi anni, il capoluogo trentino; il secondo è costituito da una riflessione culturale, effettuata da molte prospettive, sul progresso urbanistico del territorio provinciale, con particolare attenzione ai temi della mobilità e dello sviluppo turistico dell’architettura e del paesaggio. In questa prospettiva sono state avviate tutte le collaborazione necessarie per coinvolgere i soggetti (enti pubblici e associazioni private o di categoria) interessati ai temi della pianificazione del territorio nella provincia di Trento.

Fanno parte della prima categoria il ciclo d’incontri promosso presso «Le Gallerie» di Piedicastello, intitolato «Trento: quali temi per la nuova pianificazione?» e che ha toccato i seguenti temi, reputati cruciali nel processo di revisione dello strumento urbanistico comunale: «Verso una nuova mobilità urbana» (nell’incontro dell’11 febbraio 2016), dove è stato affrontato il tema della relazione tra sistema infrastrutturale sostenibile e disegno urbano; «Trento, una città-paesaggio?» (il 18 febbraio 2016), dedicato al tema del rapporto tra spazio aperto agricolo e spazio abitato; e «Riciclare il centro storico, rigenerare le periferie» (il 25 febbraio 2016), legato al tema della rigenerazione territoriale e urbana.
Tra le collaborazioni con l’Università di Trento, va segnalata la partnership con la Facoltà di Giurisprudenza nell’organizzazione del convegno «Il governo del territorio, fra conoscenza, partecipazione e discrezionalità» (nelle giornate del 29 e 30 gennaio 2016), concentrato sul tema della decisione (botton-up o top-down) in materia di pianificazione. Il convegno è stata un’importante occasione per condividere prospettive disciplinari diverse (da quella giuridica, a quella economica a quella urbanistica) a supporto delle trasformazioni del territorio.
Sul tema della mobilità nello spazio alpino si ricordano tre iniziative: la prima è un convegno svoltosi presso il Museo delle Scienze del Trentino (Trento), intitolato «La grande bellezza: alla riscoperta dell’emozione del viaggio» (22 aprile 2016) e specificatamente dedicato al tema della mobilità su rotaia e delle sue connessioni simboliche e infrastrutturali con il paesaggio circostante; la seconda è un Seminario di studi svoltosi presso l’Urban Center di Rovereto intitolato «Accessibilità e mobilità per le aree turistiche montane» (16 settembre 2016) dove il focus è stato incentrato sul tema delle accessibilità alternative agli spazi turistici, in previsione della conclusione dei lavori dell’alta velocità, alta capacità del Brennero. Infine va segnalato il Convegno svoltosi presso il Consorzio dei Comuni Trentini, il 17 novembre 2016, intitolato «Verso una nuova mobilità per le connessioni transalpine», specificatamente dedicato alle connessioni infrastrutturali nel contesto alpino, in particolare lungo la direttrice est-ovest.
C’è stata, infine, attenzione al tema al tema del progetto architettonico e urbanistico in montagna con l’organizzazione di sue eventi: il primo è stata la presentazione del libro di Luciano Bolzoni, presso la Biblioteca Comunale di Trento, intitolato «Destinazione Paradiso. Lo Sporthotel della Val Martello di Gio Ponti» (il 1 dicembre 2015); il secondo è stata la promozione del convegno - in seno alla XVII Borsa internazionale del Turismo Montano - svoltosi presso il Consorzio dei Comuni Trentini, intitolato «Progettare lo spazio turistico», nella giornata del 16 settembre 2016.
Infine, si segnala l’attività di promozione della cultura architettonica locale, grazie al Convegno svoltosi il 28 ottobre 2016 al Consorzio dei Comuni Trentini, a Trento, «Architettura, tempo, eternità. La “casa galina” di Gian Leo Salvotti a Calceranica al Lago».
Gli eventi, aperti non solo agli iscritti ma anche a tutta la cittadinanza, hanno avuto sempre un’importante partecipazione, che conferma come i temi della pianificazione del territorio siano, in questo momento, di grande attenzione sia dentro che fuori la categoria degli architetti.

Referente: Alessandro Franceschini
Componenti: Fulvio Bertoluzza, Massimo Chizzola, Walter Dalpiaz, Pietro Degiampietro, Gioia D’argenio, Carlo Ganz, Stefano Giongo, Giuseppe Gorfer, Renzo Micheletti, Alberto Negri, Gianluca Nicolini, Oscar Piazzi, Sergio Paolazzi, Emanuela Schir, Beppo Toffolon, Vittoriano Uez, Nicola Vanzetta, Anna Viganò, Roberto Vignola, Cristiano Zattara.