Tu sei qui

Commissione Cultura

All'attività istituzionale del consiglio si sono affiancate numerose iniziative culturali tese a creare un rapporto dialettico fra gli architetti trentini e la comunità locale, con lo scopo di far conoscere l’importanza dell’Architettura come disciplina sociale, improntata alla ricerca della qualità della vita di tutti i giorni. Le proposte, lungi dall'essere mere riunioni autoreferenziali, si sono dimostrate un’occasione di approfondimento e apertura ai temi di fondo della società contemporanea. Nate con l'obiettivo di sensibilizzare sia l'opinione pubblica ai temi dell'architettura e del contemporaneo, sia i colleghi architetti ad una consapevole riflessione sulla professione, sono diventate appuntamenti costanti nel programma culturale provinciale.

Commissione Cultura

MUSE | lectio magistralis Stefano Boeri
Foto Giacomo Vadala

I numerosi “Incontri” e “Aperitivi di Architettura” hanno avuto come protagonisti non solo architetti ma anche artisti, direttori di musei, storici, studiosi di neuroscienze ed esperti di comunicazione. Le iniziative promosse seguono due filoni principali.

Gli “Aperitivi di Architettura”
La definizione “Aperitivo” non deve trarre in inganno, non interpreta chiaramente il senso che abbiamo voluto dare a questi incontri. Quello che abbiamo sperimentato, e continuiamo a sperimentare ad ogni occasione, è il tentativo di superare il modello tipico della conferenza tradizionale: un relatore che parla per un'ora e mostra i suoi lavori, un pubblico in sala che ascolta, qualche timida e, il più delle volte, ossequiosa domanda finale.
Abbiamo voluto dare a questi incontri, organizzati sia nella sede istituzionale dell’Ordine, sia in altre sale scelte allo scopo, un taglio più simile al dialogo e al confronto fra professionisti che operano quotidianamente sulle stesse tematiche, con problematiche e metodologie affini.
L'ospite racconta, con le modalità che crede, quali siano le aspettative e le richieste della committenza, mostra gli aspetti pratici, tecnici o teorici, del suo lavoro.
I “colleghi” in sala sono invitati ad interloquire con senso critico, ad intervenire portando elementi di approfondimento, in un confronto aperto fra progettisti che operano nello stesso ambito professionale, ma contraddistinti da esperienze, estrazione culturale, età, origine geografica e formazione, diversificate.
La ricerca degli spazi in cui vengono preparati gli eventi, la loro dimensione, raccolta, l’organizzazione distributiva, specifica per ogni manifestazione, come pure il numero ristretto di persone coinvolte, è un insieme finalizzato alla creazione di un clima adatto alla conversazione e allo scambio di opinioni sui temi proposti.

Gli “Incontri di Architettura”
Una direttiva europea del 2005 identifica l’architetto come colui che ha la capacità “di comprendere e di tradurre le esigenze degli individui, dei gruppi sociali e delle autorità in materia di assetto dello spazio, di progettazione, organizzazione e realizzazione delle costruzioni, di conservazione e di valorizzazione del patrimonio architettonico e di tutela degli equilibri naturali”.
A questa richiesta minima abbiamo cercato di dare una risposta con appuntamenti più strutturati dove i protagonisti rappresentano personalità importanti del mondo dell’architettura e della cultura.

L’Ordine ha concesso il patrocinio e/o partecipato all’organizzazione di altri numerosi eventi promossi da enti e associazioni. Tutti gli eventi a cui l’Ordine partecipa a vario titolo vengono fatti rientrare nella formazione professionale continua, quindi riconosciuti i crediti formativi.

Commissione Cultura - aperitivi e incontri 2016

Referente: Ugo Bazzanella
Componenti: Andrea Bombasaro, Lucia Brighenti, Elisa Burnazzi, Raffaele Cetto, Alberto Negri, Alessandro Passardi, Simona Prezzi, Cristiano Zattara